Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

10 Domande a …… Giovanni Timpanaro cantante dei Miqrà

Ciao Giovanni e benvenuto su megliodiniente.com abbiamo ascoltato il tuo ultimo pezzo ”Ti sveglierò in Aprile” e siamo qui per conoscerti e conoscervi meglio. Parlaci di te di chi sei, da dove vieni, da quando fai musica e soprattutto perchè e ovviamente dei Miqrà fra l’altro significa qualcosa questo nome?

Ciao, il progetto Miqrà nasce ormai diversi anni addietro lungo la costa orientale della Sicilia, con una formazione più volte variata negli anni, non a caso ho sempre pensato ai Miqrà come ad un “collettivo” di suonatori. Nel 2018 poi siamo entrati in studio insieme a Mario Giuffrida e Gaetano Santagati, con quella che poi è rimasta la formazione ufficiale, per registrare il nostro primo disco: “Ultimo piano senza ascensore”. A breve ufficializzeremo un nuovo ingresso nella band, ma non posso anticipare ancora nulla.
Miqrà è un termine che deriva dall’ebraico antico il cui significato si può riassumere in “seduzione della parola”.

Raccontaci ora di questo brano ”Ti sveglirò in Aprile” ?

“Ti sveglierò in Aprile” è stata un’esigenza, di pensiero prima ancora che di scrittura, ha un sound ed una tematica diversa da quelli che sono i nostri lavori “soliti” così si è deciso di pubblicarla come singolo. Per l’occasione siamo stati prodotti dall’etichetta discografica “Jonio Culture” con cui è nata una piacevolissima collaborazione. E’ un brano colmo di rabbia, di dolore, di speranza anche. La speranza di rinascere da questi anni bui in cui gli odiatori di professione stanno avendo la meglio.

Gli artisti a cui vi ispirate e perchè?

Questa è una domanda davvero difficile, le influenze sono veramente tantissime e diverse per ognuno di noi. Di certo nei “Miqrà” c’è molto di quella che è stata la scena indie italiana di qualche anno, dagli Afterhours agli Offlaga Disco Pax.

Ho curiosato nelle vostre canzoni su youtube ce ne sono diverse oltre a ”Ti sveglierò in Aprile” ”la ribellione alla statistica” ”Fellini e Charlot” ”Delay” e altro, mi hanno colpito i testi molto ricercati, così come i titoli direi non banali, mentre trovo una vena molto cantautorale che trovo curiosa in un gruppo?

La natura vera dei Miqrà è proprio questa, questo punto d’incontro tra il mondo cantautorale e le sonorità alternative che sfociano in alcuni casi nel noise o nel post rock.

Mi piacerebbe sapere come nascono le vostre canzoni sei tu che scrivi i testi e le musiche o componete in diversi, faccio fatica a catalogarvi quindi sono curioso di sapere la genesi delle canzoni?

La risposta a questa domanda completa in qualche modo anche la risposta alla precedente, poiché i brani scritti ad oggi sono stati lavorati inserendo una “tonalità di colore” da parte di ognuno di noi. Di solito sono io che porto i testi in sala, li metto a nudo e a disposizione dei ragazzi che iniziano a trasformare questa “pietra grezza” in modo da dargli forma con quello che è il loro gusto musicale.

Tornando a ”Ti sveglierò in Aprile” mi sembra davvero un ottimo singolo, mi ha colpito in maniera positiva il video e devo dire anche l’attacco totalmente inconsueto con ingresso batteria e voce?

Il video è stupendo, sarò di parte ma adoro il lavoro fatto dal regista Gianluca Ricceri. L’idea di far partire la voce sulla batteria (suonata per l’occasione da Salvo Platania) è nata ai Mocta Landfill Studio mentre ascoltavamo la prima bozza del brano e siamo rimasti colpiti da questa idea, così abbiamo portato tutto il materiale per il mixaggio al buon Antonio Torresi degli SharkLiar Studio.

Esibizioni live?

Ultimato il tour di promozione del disco “Ultimo piano senza ascensore”, passando lo scorso anno per la partecipazione dal Lennon Festival (in compagnia del cantautore Cyrano) che ci ha visto portare a casa il premio come “Miglior testo” ed il “Premio discografico”, adesso abbiamo fermato l’attività live per lavorare a nuovi progetti.

Progetti per il futuro?

Si, un nuovo disco, proprio per questo siamo rientrati in sala prove.

Come definiresti la vostra musica?

Quello dei Miqrà è un mondo a sé, la nostra musica ne rappresenta la colonna sonora sognante ed amara al tempo stesso.

Convincici ad ascoltare e a comprare o scaricare il vostro lavoro?

Non dovrei essere io a convincere nessuno, credo basti la voglia di scoperta, forza motrice di tutte le più belle sensazioni. Se si vuole assaporare qualcosa di nuovo noi siamo qui, su tutti i cataloghi digitali o con la copia fisica del disco (ordinabile tramite la nostra pagina).

Grazie allora.

Grazie a voi, grazie davvero.

I SOCIAL DI MIQRA’

https://www.instagram.com/miqraband/

https://www.facebook.com/miqramusic/

 

Leave a Reply

Area Riservata