Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

10 Domande a … Lingue

1 – Ciao ragazzi ho ascoltato il vostro bel lavoro ”Umani”. Prima domanda di rito: chi
siete, cosa fate, perchè fate musica?
Ciao ragazzi, siamo le Lingue e abbiamo appena pubblicato il
nostro disco, Umani. Facciamo musica per esigenza, per
comunicare con le persone attraverso gli sguardi e sentimenti
nascosti dietro una parola o una nota. Suoniamo insieme dal
2016, cerchiamo sempre di stupirci, di crescere, di mescolarci a
ciò che ci accade intorno.
2 – La scelta di questo nome Lingue mi sembra esplicita ma anche atipica non
trovate?
In realtà non sappiamo neanche noi perché ci chiamiamo Lingue,
dato che ci attribuirono questo nome quando stavamo muovendo i
primi passi. Possiamo dargli mille significati, lasciamo libera
scelta ad ognuno. A noi piace pensare che “Lingue” possa essere
inteso come un qualcosa che abbatta i muri e bruci i peli sulla
lingua (appunto hahaha)
3 – In generale com’è la genesi delle vostre canzoni chi le scrive nei testi e nella
musica, chi le arrangia e chi le suona?
Federico scrive i testi, Marco, Andrea e Valerio vestono le canzoni,
Luca è l’ultimo entrato a far parte della famiglia e nei prossimi
brani sicuramente si sentirà anche la sua impronta. Cerchiamo
sempre un connubio tra le nostre personalità, alla base di tutto
c’è una forte fiducia tra di noi. Stiamo imparando sempre di più ad
ascoltare e ad ascoltarci, che è una cosa non semplice ma
estremamente importante.
4 – Da quale città venite e quale influenza ha su di voi e sulla musica che producete?
Veniamo da L’Aquila, dalle montagne, dalla campagna, dal freddo
immenso. Sicuramente è una città che ci ha insegnato tanto, ma
allo stesso tempo a volte ci nega di osservare bene l’orizzonte.
Purtroppo andrebbero scardinate un po’ di cose, forse ci
riusciremo. In città sta nascendo un bel movimento, c’è voglia di
provare a volare ed è pieno di artisti validi. Noi ci crediamo.
5 – Parliamo prima di tutto del singolo ”Umani” intanto complimenti per il bellissimo
video e anche per aver messo nel finale i nomi del cane e dei pesci direi essenziale
sapere che uno dei tre pesci si chiamasse Rocco. No dai a parte gli scherzi bel
pezzo bel video. Fra l’altro un poco sfigatamente premonitore ” non permettere mai a
un giorno normale di non farti uscire” insomma più o meno cito a memoria e alla fine
non siamo usciti per tre mesi.
Grazie mille per i complimenti, e anche per aver notato i nomi del
cane e dei pesciolini hahaha. Tornando al brano, “Umani” è la
storia di un’anima che ce l’ha fatta nonostante i graffi della vita. È
la voglia di risalire quando sembra che non ci sia più possibilità di
salvarsi. È il respiro più bello dopo l’apnea più lunga. È uno
specchio, è il dolore che viene messo a nudo e guardato dritto
negli occhi, è l’esigenza di correre e sentirsi vivi. È la convinzione
che nonostante tutto ne valga sempre la pena. Umani è una
preghiera alla propria anima, è toccarsi le mani e alzare la testa.
6 – Parliamo delle altre canzoni. Io sono veramente piacevolmente sorpreso di questo
lavoro. E’ davvero fighissimo. Ci sono melodie azzeccatissime. Secondo me merita
tantissimo. Dovrebbe esser conosciuto a livello nazionale è davvero un lavoro ben
fatto e godurioso.
Morire per poi tornare – Venere – Scale ( mi piace tantissimo che mi fa venire voglia di
cantarla a squarciagola fra l’altro è anche un altro singolo) – Regali – Lovepop -Gary
Neville – Non te ne rendi conto – Mezzanotte per sempre – Anche senza le mie mani.
Abbiamo parlato delle canzoni una per uno nell’articolo di presentazione di questo
disco quindi a questo punto vi chiedo come è nato questo disco di cosa racconta,
come sono nate queste canzoni e cosa hanno in comune fra loro per esser entrate in
un unico lavoro completo (10 brani) ?
Grazie davvero per le belle parole sul disco e sui brani che lo
vestono. Per noi è troppo importante sapere di essere riusciti a
comunicare. Comunicazione che è il filo conduttore delle canzoni
di Umani. Comunicazione e libertà. In più sono tutte canzoni
scritte negli ultimi due anni della nostra vita, quindi in comune
hanno tutti i sapori e gli odori che abbiamo vissuto sulla pelle.
Umani è un disco sincero, con ampi margini di miglioramento, ma
sincero per davvero. C’è tutta la nostra anima dentro, tutte le
nostre lacrime, gli amori e gli eccessi.
7 – Quali sono le vostre influenze, quali gruppi ascoltate, mi sembra questo disco
suoni molto molto pop rock italiano ovvero quel misto buono fra pop/cantautori e
rocker nostrani. Non faccio nomi perchè a volte qualcuno si offende quando faccio
paragoni con la musica nostrana sembra sempre che siamo figli di un Dio minore e
dobbiamo imparare dagli stranieri e invece la nostra lingua è davvero bellissima e voi
la utilizzate davvero al meglio. Va beh … un nome ve lo faccio Rino Gaetano. Ci trovo
lo stesso disincanto la stessa curiosità e ironia nel raccontare le storie del mondo.

Per Federico Rino Gaetano è la più grande fonte di ispirazione,

quindi questo è un complimento eccezionale. Marco, Andrea e
Valerio ascoltano musica in continuazione, da sempre, vengono da
ascolti tanto differenti quanto simili. Le nostre influenze variano
dal brit pop al rock più classico, italiano e d’oltre manica, fino ad
arrivare ai cantautori nostrani più importanti e di nicchia. Non
sentiamo di appartenere ad un genere, cambiamo spesso pelle e
vogliamo arricchirci con ogni tipo di ascolto.
8 – Esibizioni live passate e future dove vi si può vedere quando sarà possibile?
Aspettiamo con ansia di tornare sui palchi, l’attuale situazione
purtroppo ha mandato in frantumi un bel numero di date già
prese, cercheremo di recuperarle e sarebbe bello incontrarsi sotto
ad un palco. Ne abbiamo tutti un estremo bisogno.
9 – Come definireste la vostra musica?
Sincera
10 – Convinceteci ad ascoltare e a comprare o scaricare il vostro lavoro?
Se cercate delle canzoni che parlano della vita, così com’è, in
tutte le sue sfumature crude e meravigliose ascoltate Umani, vi
doniamo la nostra anima e ci riempiamo con la vostra.
Grazie ragazzi a nome di megliodiniente.com
Grazie mille per la bella intervista ragazzi, a presto
Lingue

 

Leave a Reply

Area Riservata