Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

10 Domande a …… Luka Kosic degli Psichendo

1 – Ciao Luca ho ascoltato l’ultimo pezzo degli Psichendo ”Dietro ogni angolo” e alcuni brani dal vostro youtube. Prima domanda di rito: chi sei cosa fai chi sono gli Psichendo e perchè fate musica?

Innanzitutto ciao a Voi , i vostri follower e Vi ringrazio per lo spazio concesso. Psichendo è un progetto nato circa un anno e mezzo fa. Io sono Luka Kosic, laureato in filosofia , canto e scrivo i testi. Non ho una formazione classica e preferisco definirmi un autore piuttosto che un interprete. Poi c’è Marco Sacca. Ha studiato oboe al conservatorio di Piacenza. Compone la musica e la gran parte degli arrangiamenti . Ci conosciamo dall’asilo e facciamo musica insieme dai tempi delle medie. Allora facevamo canzoni goliardiche sulle basi delle sigle dei cartoni animati. Poi abbiamo fatto un po’ di tutto. Pianobar, matrimoni, inediti sia rap che melodici, l’inno per una squadra di calcio. Per un periodo abbiamo anche collaborato con un piccolo studio di Cremona che vendeva Dedi-song. Canzoni create su misura da dedicare alla propria ragazza, al figlio che si laurea, all’amico che compie gli anni. Noi ne abbiamo composte diverse.
Psichendo è un progetto nato principalmente per il web . E vorrebbe essere il contenitore di tutte le nostre idee , le nostre suggestioni. Le tracce sono create sul nostro personale gusto del momento. Sono rappate perché mi piace farlo. Perche mi permette di dire tante cose e di giocare con le parole. Le tracce sono opera di Marco in totale libertà. Lo spirito del progetto Psichendo è proprio questo.

2 – Raccontaci ora di questo brano ” Dietro ogni angolo” direi un bel mix fra elettronica , disco e qualcosa di … Caparezza?

“ Dietro ogni angolo “ l’ho scritta in più riprese. E’ una storia vissuta realmente, cioè il mio matrimonio che naufraga dopo 20 anni. Nei fatti , è il mio percorso personale per metabolizzare questa situazione. La stavo scrivendo quasi a scopo terapeutico. Non sapevo neanche , se mai avrebbe visto la luce.
Nel frattempo Marco compra un nuovo banco sonoro. Compone la struttura principale del beat cosi, di getto. Giusto per provare i nuovi suoni. Me l’ha fatta sentire e me ne sono innamorato subito. Sembrava fatta apposta per il testo che avevo appena finito, a cui invece lavoravo da un paio di mesi.
Ci abbiamo lavorato su un po’ . E questo è il risultato.
Sicuramente qualcosa di Caparezza si sente. E’ uno dei miei artisti preferiti. Lo considero geniale. L’ho visto più volte dal vivo ed ho tutta la sua discografia. Di conseguenza non sono immune ad un minimo di contaminazione. Più che il suo modo di usare la voce mi affascina il suo modo di usare le parole. I doppi sensi. I riferimenti culturali a cui accenna.

3 – A che genere di artisti si ispirano gli Psichendo?

Per quanto riguarda la stesura dei testi per me le pietre miliari sono: il già citato Caparezza e Fabrizio De Andrè. Poi mi hanno dato tanto anche i 99 Posse. Tra i giovani mi piace molto Frah Quintale. Musicalmente ho sempre ceduto al fascino di Jamiroquai. Un altro artista che ammiro tantissimo, a cui spesso mi sono ispirato è Damir Urban. Un genio. Il suo unico limite è che canta in serbo-croato. Di conseguenza la sua platea non è all’altezza delle sue doti e del suo cuore.
Marco invece è dotato di una grandissima fantasia supportata da solide basi musicali. Le sue principale fonti d’ispirazione sono gli Acoustic Alchemy e Bryan Curlbeston. Ma anche le tracce di John Carpenter

4 – Ho curiosato nelle vostre canzoni su youtube ce ne sono diverse ”Storia di Francesco”, ”Adesso basta” ”Piccolo caporale” e le altre … direi che c’è protesta e impegno sociale, testi molto sentiti supportati da un ritmo dance anni 70?

Ultimamente sembra un tabù parlare di sociale, di politica o di argomenti comunque non leggeri nelle canzoni. I testi dei giovani rapper sembrano fotocopie. Tutti col macchinone, i soldi . Io comando il quartiere, Io mi scopo tutte ecc.ecc…. Ma la vita reale non è così. Noi cerchiamo di dare un messaggio. O perlomeno di dire qualcosa. Di trasmettere un emozione se possibile. Il fatto di abbinare testi piuttosto impegnati a sonorità del tipo dance anni 70 nasce da due motivi principali. Il primo che ci piace tantissimo il genere e lo facciamo volentieri. Il secondo nasce da una domanda che ci siamo posti. Ma c’è scritto da qualche parte che un testo impegnato debba per forza venire supportato da una base grave o comunque evocativa?

5 – Come sono nate queste canzoni chi le scrive chi le arrangia?

Le nostre canzoni nascono in modi diversi. Alcune sono nate improvvisando insieme . Io al microfono e Marco al pianoforte o davanti al PC. Altre le costruiamo in autonomia e poi andiamo ad amalgamare il tutto. “ Adesso basta” per esempio, nasce da una telefonata , che poi era un vero e proprio sfogo che mi fece Marco. In quel periodo lavorava per la Apple. Era stressato al massimo , faceva un sacco di ore e non veniva apprezzato il suo valore. Mi chiama e mi dice che ha preso la decisione di licenziarsi e prendere un periodo sabbatico. Mentre al telefono parlava di tutte le sue ragioni, io ho preso appunti senza dirgli niente. Poi ho aggiustato la metrica e la forma. Quello è il risultato. Gli arrangiamenti e la direzione artistica li facciamo insieme. Ma ad essere sinceri il livello di contribuzione pende per un 70 a 30 in favore di Marco.

6 – Tornando ad ”Dietro ogni angolo” mi pare un bel ”singolone” accompagnato da un bel video, la musica mi ha ricordato qualcosa dell’elettronica di Alan Parsons ?

Si.. anche a noi sembra un bel singolone. E come già detto prima non era quello il suo scopo. Anzi è proprio nata per caso. Sinceramente Alan Parsons non l’avevamo neanche preso in considerazione. Ma quando me l’hai fatto notare ho dovuto ricredermi. In effetti un po’ lo ricorda.
Il video è di un amico che usa lo pseudonimo Caius Bear. Noi non appariamo mai per scelta. Nel video di “Dietro ogni angolo” appaio io per pochi secondi. Era la prima volta che la presentavamo dal vivo. Eravamo ad una festa della birra vicino a Cremona. Però abbiamo deciso di non apparire mai per dare il massimo risalto alla musica ed alle parole.

7 – Esibizioni live passate e future di questa band?

Come Psichendo ci siamo presentati dal vivo dai primi giorni del 2019. Pub, discobar, feste della birra e di paese , principalmente tra Cremona e Piacenza. A Febbraio 2019 abbiamo aperto il concerto di Inoki al Xò Club di Torino. Al momento il futuro è un po’ incerto. L’emergenza COVID19 ha bloccato tutto. Quindi vediamo quello che succede. Vorrei darti delle anticipazioni, ma per scaramanzia preferisco tenerle per me. C’erano delle prospettive, alcune tra l’altro interessanti, ma al momento è tutto in sospeso.

8 – Progetti in cantiere?

In cantiere abbiamo un nuovo album. L’ emergenza COVID19, che purtroppo sta toccando molto da vicino le nostre zone, ha un solo lato positivo. Ci ha regalato un sacco di tempo. Io e Marco abitiamo vicinissimi. Siamo attrezzati per il lavoro a distanza. Anche se non è divertente come quando ci vediamo veramente. Ne abbiamo approfittato per sviluppare e concretizzare tante idee lasciate in sospeso o lasciate a metà. Avevamo un sacco di riff o campioni creati e salvati come a dire. Domani potrebbero venire buoni. E’ arrivato il loro momento. Abbiamo in cantiere 8 tracce nuove, che unite a “ Dietro ogni angolo” completeranno il nostro secondo album. Fondamentalmente il genere rimane quello. Stiamo provando ad aggiungere un pizzico di melodia al rappato. Ed una spolveratina di funky ai beat.

9 – Come definiresti la vostra musica?

Speravo in una domanda simile. Io definisco la nostra musica come cantautorato elettronico.
Se fossimo nati 30 anni prima, probabilmente saremmo stati molto simili a De Andrè con Marco al Pianoforte anziché la chitarra.
Fortunatamente l’elettronica fornisce spazi praticamente illimitati. E anch’io, più che un rapper o un MC, mi sento molto più vicino alla figura del cantautore. Da qui abbiamo coniato il termine “ cantautorato elettronico “ .

10 – Convincici ad ascoltare e a comprare o scaricare il vostro lavoro?

Anche questa domanda mi piace molto.
Io non voglio convincere nessuno a comprarci. Psichendo nasce come un contenitore di idee e sogni. Ci sono le nostre emozioni e le nostre paure, le nostre storie. Io non ho mai comprato musica in base a slogan o promozioni varie. Ho sempre comprato chi riusciva a trasmettermi un emozione. Chi riusciva a toccare determinate corde dentro di me. Ci piacerebbe riuscire a fare lo stesso. O almeno ci proviamo.
Piu che altro avremmo bisogno di qualcuno che ci dia una mano nella promozione del nostro lavoro o che perlomeno ci dia un po’ di visibilità. Ma stiamo lavorando anche su questo.
Abbiamo comunque un canale youtube: Psichendo Official Channel.
Basta comunque digitare Psichendo. Siamo gli unici. E abbiamo anche una pagina facebook.

Grazie allora Luka cantande degli Psichendo a nome di megliodininete.com

 

Di seguito i link dei nostri social :
Facebook
https://www.facebook.com/Psichendo-552474078255383/?eid=ARAu92nxEmEnyo1TB9oWGFWhYtlKlRRT9YO6nngyj7vErH4IkGW9e5IYZ0FoPfIIxz3Phlklr6RUU6EW

YouTube
https://www.youtube.com/channel/UC4hPhEawYGZSncIv14t6X8g

IL VIDEO

 

Leave a Reply

Area Riservata