Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

AlOne; il moderno produttore della vecchia scuola pop.

a cura di Salvatore Alfieri

Giusto o sbagliato che sia, a certi produttori si tende a non perdonare l’orgoglio e la provenienza artistica. Non è certamente questo il momento per approfondire sul tema – e la mia posizione al riguardo è abbastanza nota a chi mi conosce bene – ma la premessa serve a dire che la diversità, anche la più accentuata, estremizzata e comune, talvolta impone ad un “ripescaggio” di genere. E così eccoci a scrivere di “Frammenti di un immagine”, il primo album del produttore Alessandro Ferrari, noto come AlOne. Il disco, prodotto da lui stesso, contiene varie collaborazioni, dai due cantanti che gli hanno “prestato la voce”(Alice Piombino ed Alessandro Tinelli) al paroliere Francesco Palma, co-autore della maggior dei testi con lo stesso Ferrari.
Il disco contiene 12 canzoni ed è uscito nel 2019. Si fa spazio in maniera abile e matura fra sonorità pop, elettroniche ed in certi punti cantautorati.
Di questi tempi, dei cantanti pop che si “arrangiano da sè e male” forse c’è ne sono troppi. Ma mettetevi (mettiamoci) il cuore in pace. “Frammenti di un immagine” è un disco sincero, ordinato, onestamente pop e sufficientemente ruffiano per i giorni d’oggi, appunto. Gioca su melodie orecchiabili, di quelle che hanno la struttura del tormentone, ma senza risultare stancanti o nauseanti. La prima canzone a convincermi del disco e’ stata “Cambiamo le pagine più belle”, che tra l’altro e’ stata scritta interamente dallo stesso AlOne e cantata da Tinelli. Una canzone di forte realismo in cui Alessandro Ferrari trova spazio per la sua storia, il suo coraggio e la sua melodia, al servizio di una voce piena di emozioni, quella di Tinelli, appunto. Altra canzone da non sottovalutare è “Come lame”, scritta a quattro mani fra Ferrari e Palma. Uno stile che somiglia alla parte migliore (e che ci manca) del vecchio Marco Mengoni, quello che cercava di sviluppare il suo profilo più riflessivo a dispetto di un’istintività caratteriale e, inevitabilmente, artistica.

Il produttore Ferrari ha chiamato a rapporto questi cantanti sicuramente per un fattore di bravura, oltre che di amicizia. Sà benissimo che emozioni creare in base alle voci di ognuno dei “suoi” cantanti. E tra l’altro avere un co-autore come Palma, che si potrebbe rivelare un degno paroliere della nuova scena pop, lo rende sicuramente un disco pieno di emozioni anche nelle liriche che diventano un tutto uno con le produzioni di AlOne. Sicuramente possiamo aggiungere che Tinelli, Piombino, e Palma sanno bene come affrontare e mettere le proprie doti sulle produzioni di Ferrari per poi poter creare quella simbiosi che possiamo sentire nel disco.

Chi e’ AlOne?
L’esordio del produttore, musicista e compositore, Alessandro Ferrari nel mondo della musica è arrivato quando nel 2015 fonda, con la cantante Alice Piombino, il duo acoustic-pop “Al Quadrato” in provincia di Varese. Iniziano subito ben spediti e motivati, calcando più di 30 palchi nel primo anno di attività, proponendo uno show acustico tra voci, chitarre, percussioni e loopstation.
Il 2017 è l’anno in cui alzare l’asticella: ad Aprile esce la loro prima pubblicazione discografica “Ma che ne sai”, interamente prodotta dal duo. AlOne prende vita a fine 2017, quando Alice parte per un importante ingaggio musicale all’estero che la terrà lontana dall’Italia fino all’autunno 2018.
Sull’onda della voglia di suonare, nasce il progetto AlOne che, con un gioco di parole, mantiene il concept degli Al Quadrato: “alone” in inglese vuol dire “da solo”, ma può anche essere letto come “Al – uno”; il “solo una parte” degli “Al Quadrato”.
Il progetto del produttore AlOne esordisce con le prime pubblicazione nel maggio 2018, collaborando, oltre che con Tinelli e Piombinodi, con il cantante Stefano Grimaldi in “Stai qui”, o con Daniele Feliciotti per il testo di “Lettera al destino”.

 

– Ascolta l’album “FRAMMENTI DI UN’IMMAGINE” su Spotify
https://open.spotify.com/album/1SSzs5hVOpE23ZfpW0CPCM

-Intervista-

Salvatore Alfieri; “Ciao Ale! Chi è il tuo artista italiano preferito da cui prendi ispirazione?

AlOne; “Sono cresciuto a “pane e Pooh”, quindi inevitabilmente ho delle matrici che si rifanno a loro, non soltanto musicalmente parlando ma mi ha sempre affascinato tutto il processo di produzione e di spettacolo che hanno proposto nella loro carriera. Degli artisti italiani in attività apprezzo molto Ultimo e più in generale ovunque ci sia una storia da raccontare attraverso la musica, dove basta avere un pianoforte e una voce e le emozioni arrivano lo stesso.”

Salvatore Alfieri; “Leggendo quest’articolo, a molti (oltre che a me) viene spontanea una domanda, che fine hanno fatto gli Al Quadrato?”

AlOne; “Gli Al Quadrato sono stati il progetto artistico più importante che ha fatto in modo che potessi iniziare a pensare alla musica davvero come lavoro. Con Alice ho un bel rapporto tutt’ora ma abbiamo sospeso la nostra attività artistica per esigenze artistiche: Alice ha intrapreso a fine 2017 una carriera da performer sulle navi da crociera ed io, oltre all’attività artistica, insegno in diverse scuole di musica e una di queste ho anche la fortuna di seguirla in veste di direttore. I percorsi personali erano incompatibili e da lì, dalla voglia di comunque continuare a fare musica, è nato il mio progetto AlOne ma dove appena posso coinvolgo Alice come interprete dei pezzi o per accompagnarmi negli appuntamenti promozionali. È stato molto bello, durante un’intervista in radio a novembre, trovarci a suonare in diretta una cover di uno dei primi pezzi che abbiamo suonato insieme e che non provavamo dal 2017. Era come se avessimo smesso di suonare insieme la sera prima. Già da quasi un anno stiamo progettando l’idea di tornare con un singolo targato Al Quadrato, ma sarà sicuramente per inizio 2021.”

Salvatore Alfieri; “Hai mai pensato di espandere il tuo progetto ad una vera e propria band?”

AlOne; “Ho sempre amato la dimensione band e la condivisione del progetto con altre persone ma AlOne è nato per ovviare alle “problematiche” (prettamente organizzative e di aspirazioni) che spesso scaturiscono nelle band e dalla voglia di dare voce a tutte le storie che insieme a Francesco Palma mettiamo in musica e parole. È anche vero che anche se mi faccio chiamare AlOne in realtà per ogni mio pezzo oltre a me ci sono sempre Francesco e Stefano (il mio grafico e videomaker) che mi accompagnano in questa avventura, oltre ovviamente a chi da voce ai pezzi. Faccio una menzione anche a Daniele Feliciotti che ha fatto in modo di mettere in contatto me e Alessandro Tinelli e quindi dare voce a metà del mio primo album e con cui abbiamo pubblicato un singolo extra. Quindi più che una vera band insieme a me c’è una squadra che fa in modo che racconti ed emozioni possano andare in scena.”

Salvatore Alfieri; “Hai in mente future collaborazioni?”

AlOne; “Sto lavorando a diverse pubblicazioni anche in versione cover che vedranno la partecipazione di nuovi cantanti. Mentre per i nuovi inediti sarà riconfermata la voce di Alessandro Tinelli e, appena rientrerà in Italia, anche di Alice Piombino. Poi iniziano ad esserci possibili collaborazioni e progetti molto consistenti, ma su questi non posso sbilanciarmi, fino a quando non sarà ufficiale per scaramanzia non voglio parlarne.”

-Social AlOne;
Facebook: https://www.facebook.com/alquadratoduo/
Youtubehttps://www.youtube.com/channel/UCQM8fR9KhacSqGcz1AUYaqQ/

Instagramhttps://www.instagram.com/al_quadrato/

Soundcloudhttps://soundcloud.com/user-138697169

-Social Salvatore Alfieri:
Email; salvoalfieri5@gmail.com
Facebook; https://www.facebook.com/SalvoSidneyAlfieri/
Instagram; https://www.instagram.com/sidney_gallagher_sykes/

Leave a Reply

Area Riservata