Meglio di Niente Radio il sito che ti da un opportunità.

Meglio di niente radio cerca persone che hanno voglia di scrivere o realizzare video sui più disparati argomenti dalla politica, alla storia, all’attualità, cronaca, arte, letteratura, musica, sport e altro. Se qualcuno ha voglia di cimentarsi mi contatti. Non è una proposta di lavoro ma un opportunità per farsi conoscere e/o fare esperienza. Provaci. Mail bettocroce@libero.it Il coordinatore del sito Benedetto Croce. Grazie

Bologna 0-2 Juventus: gli uomini di Allegri ai quarti di Coppa Italia

Sabato 12 gennaio, al Dall’Ara di Bologna, è iniziato il nuovo anno calcistico per la Juventus che, in seguito alla vittoria per 0-2 contro i padroni di casa, ha ottenuto il ticket per i quarti di finale della coppa nazionale. La vincitrice del match tra Cagliari e Atalanta sarà, quindi, l’avversario della Vecchia Signora nel turno successivo della competizione, che si disputerà all’Allianz Stadium, mercoledì 30 gennaio 2019. Il tecnico degli emiliani, Filippo Inzaghi, schiera la sua squadra con il solito 3-5-2, con Da Costa tra i pali, coadiuvato dal tridente difensivo composto da Helander, Calabresi e Danilo. Mattiello e Dijks lungo le fasce, in supporto della mediana completata da Svanberg e Soriano, mezze ali, e Pulgar, regista. Sansone e Destro le marce dell’attacco. Dall’altra parte, parziale turnover per lo scacchiere di Massimiliano Allegri, che non risparmia Szczesny, De Sciglio, Bonucci e Chiellini, e lancia Leonardo Spinazzola dal primo minuto. Niente riposo per Pjanic, ancora alla guida del centrocampo juventino, affiancato da Emre Can e Sami Khedira. In attacco sta la vera rivoluzione, con Bernardeschi, Douglas Costa e Moise Kean dal primo minuto.

Fischio d’inizio da parte di La Penna. Pronti, via, e dopo soli 9 minuti gli ospiti passano in vantaggio. Lancio lungo di De Sciglio verso Federico Bernardeschi il quale, in seguito ad un’uscita di Da Costa che perde la presa a causa di un tragicomico scontro con Calabresi, si ritrova la palla e tra i piedi e, da fuori area, insacca di sinistro senza alcuna difficoltà. La partita prosegue con un ritmo pari a quello di un allenamento post cenone di capodanno, durante il quale la Juventus si è semplicemente limitata nel gestire le energie in vista della Supercoppa di mercoledì, disputando 90 minuti di ordinario controllo ed amministrazione. D’altronde, contro un Bologna mai entrato nel vivo del match e senza aver mai creato un’azione offensiva potenzialmente pericolosa, alzare l’asticella poteva risultare controproducente solo per la Juventus stessa. Il gol del 2-0 siglato al 4’ minuto della ripresa dal 18enne Moise Kean, oltre ad essere una meritata risposta agli ululati razzisti del pubblico del Dall’Ara, spezza radicalmente le gambe e le idee di gioco dei felsinei i quali hanno dimostrato, non solo sabato, di rischiare senza alcun demerito la retrocessione in Serie B. Da segnalare l’insolita prestazione negativa di Mattia De Sciglio il quale, molto disattento e superficiale in fase difensiva e di rifinitura, ha concesso ai rosso-blu due occasioni di contropiede, concluse anzitempo grazie alla solita egregia maestria della coppia Bonucci – Chiellini.

Tra le note positive del match, oltre alle reti di Bernardeschi e Kean ed al minutaggio accumulato nelle gambe di Sami Khedira, vi è soprattutto la grande partita di Leonardo Spinazzola. Il 37 ex Atalanta, reduce dalla rottura del legamento crociato avvenuta nel maggio 2018, ha esordito finalmente con la casacca bianco-nera, impressionando gli addetti ai lavori per l’intensità della sua prestazione sia in fase difensiva sia in fase offensiva. Sostituito all’80’ da Alex Sandro, dopo aver macinato kilometri lungo la fascia sinistra, oltre ad aver messo in mostra le sue ottime qualità, ha dimostrato di poter essere l’uomo in più del reparto difensivo dei campioni d’Italia. Merita la permanenza alla Continassa e, fortunatamente, Massimiliano Allegri ha già bloccato le voci inerenti una sua possibile partenza in prestito. Lunedì sera la Juventus partirà verso Gedda per il match di Supercoppa contro il Milan, il quale ha ottenuto il passaggio ai quarti della Coppa Italia dopo aver eliminato, a Marassi, la Sampdoria durante i tempi supplementari, grazie alla doppietta di Patrick Cutrone. La squadra di Gattuso, quindi, si presenterà in campo per la finale con mezz’ora in più nelle gambe rispetto agli undici di Allegri.

 

Le pagelle della Juventus:

Szczesny s.v.

De Sciglio 5

Bonucci 6  

Chiellini 6

Spinazzola 6,5 (dal 35 s.t. Alex Sandro s.v.)

Emre Can 6

Pjanic 6.5

Khedira 6

Bernardeschi 6.5

Douglas Costa 6.5 (dal 32 s.t. Dybala s.v.)

Kean 6.5 (dal 17 s.t. Cristiano Ronaldo 6)

(Giacomo Chiarandà)

Leave a Reply

Area Riservata