Calci e calcio

Tolleranza zedda, quello che Heriberto non disse.

L’Italia è una penisola a forma di stivale che sembra dare un calcio all’isola più a sud.

Rimane esente da questa immagine la terra dei sardi a ovest, appunto isolata e con una storia di spinte al nazionalismo indipendente.

L’immagine metaforica di cui sopra sembra descrivere bene i calci autorazzistici che molti italiani danno alle città che non conoscono affatto.

Pertanto si favoleggia di luoghi comuni che vedono alcune città del sud impossibili da visitare se non a rischio di ricevere pugni, pugnalate e pallottole, vaganti nell’aria di queste città malavitose.

A nulla serve guardare ai problemi che ogni città dello stivale ha nei quartieri più poveri e degradati, e nelle periferie abbandonate.

Chi non ha mai visto le città prese a calci non conosce la loro bellezza e non ha sperimentato l’ospitalità che sanno regalare.

Il calcio ha aiutato a unire questo puzzle di lingue e culture che si chiama Italia, e uno dei collanti è stato proprio il popolo bianconero diffuso con orgoglio in ogni angolo del paese di Dante, Pirandello, Manzoni, Verga, Leonardo, Michelangelo, Eduardo, Totò, Rossellini, Magnani…

(Heriberto Herrera)

Leave a Reply