Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

Cordialmente tifoso juventino medio

 

Di Angelo Parodo 😁

Buongiorno a tutti, sono il classico juventino medio.
Mi rivolgo in particolare a te. Mi porti lo scudetto? Bravo Maurizio ci hai portato uno scudetto, ti auguro di farci sollevare quella coppa di merda che manca da più di vent’anni nella nostra bacheca. Ti schifavo ai tempi del Napoli solo perché prima non sapevo nemmeno chi fossi e non mi vanto di averti seguito sin dai tempi dell’Empoli (altrimenti ti avrei schifato, tranquillo), l’ho sempre detto e non me ne pento, così come schifavo il nostro ex allenatore ai tempi del Milan. Hai dato del frocio a un allenatore avversario (ma avresti potuto dargli del democristiano), hai fatto il gesto del cazzo ai miei compagni di tifo, hai cercato mille scuse per giustificare le cappellate in testa prese dalla mia Juventus, ti scaccoli (si scaccolava anche Lippi non c’è problema), ti sei appellato all’umidità, alla temperatura, ai palloni, alla penombra, all’albergo, al calendario (quello gregoriano, cinese, Maya e della Lega Serie A) pur di non ammettere la nostra superiorità, ma oggi sei il mio allenatore e mi consentirai, forse non oggi ma spero di sì, di festeggiare per il nono (NONO IX N°9) anno consecutivo, cosa mai successa nei maggiori campionati degli sport professionistici nella storia del Creato. Sempre se mi danno la patente da tifoso, sia chiaro. Sì perché a differenza di altri considero anche i cinque (diconsi 5 V n°5) anni precedenti, quelli che parzialmente tu e alcuni sedicenti miei compagni di tifo avete trascorso a insultarmi in quanto ladro (tu) e coglionemerdaallegrivattenetipisciosullatombaritardatomongolohandicappato104 (i compagni di tifo), quindi per me sarà il nono, ribadisco, per altri al massimo il quarto, ma pazienza. Il tuo predecessore è stato sommerso di merda (dimmerda) per aver detto quello che tu, molto onestamente, hai affermato nell’ultima conferenza stampa. A proposito, sei stato gobbo come non mai: l’importante è il risultato, l’allenatore si valuta dal campionato e non dalla Champions, l’allenatore deve adattarsi ai giocatori che ha. Lo so, per fortuna tua non hai nessun account social, quindi non hai la minima idea di quello che ha dovuto sopportare (prima di cancellarsi lui e sua figlia) il tuo predecessore. Nel mio piccolo, da persona non cagata da nessuno, ho limitato al minimo l’attività sui netuorc, cancellato diversi account, figuriamoci Allegri, figuriamoci tu oggi. Stai sui coglioni a qualcuno? È così perché sei l’allenatore della Juventus, stai sui coglioni prima di tutto ad alcuni tifosi che ritengono di saperne più di te. Pensa, loro credevano che Douglas Costa fosse un elemento imprescindibile, non giocava perché Allegri odiava il talento! Fa ridere eh? Ti rendi conto? Hai visto poverino che non si regge in piedi? Secondo te fosse stato tutto questo fenomeno il 4 volte panchina d’oro, 5 scudetti e 4 coppe Italia consecutivi, più due finaline di Champions da assoluto outsider oggi date per scontatissime, l’avrebbe panchinato? Ma tu sei un normodotato quindi lo avevi capito e l’hai ribadito a più riprese. È utile, certamente, ma a partita in corso perché fragilissimo. Hai rivitalizzato Dybala (fatti salvi i suoi problemi extracalcistici evidenziati qualche anno fa da chi ti ha voluto alla Juventus, sperando siano risolti definitivamente) spostando in avanti di diversi metri il baricentro della squadra; Allegri di questo aveva avuto una paura fottuta l’ultimo anno, infatti ha pagato (per me giustamente) lo scotto e tu stai pagando a suon di banane prese. A proposito sono già 38 in campionato, vediamo di portare a casa il trentottesimo come le banane poi pensiamo a registrare attorno all’olandesino (finché resta) senza fronzoli e soprattutto con i centrocampisti, grazie. Avevamo una rosa talmente forte che per te Khedira sano sarebbe stato titolare, chécche ne dicano (citazione d’alto bordo) quelli che ne sanno. Tutto questo per ribadire che personalmente, caro Maurizio, tutto sommato ho una buona considerazione di te. Sei un allenatore capace, molto attento, un po’ talebano, quasi ossessivo, hai fatto tanta gavetta ma non sei riuscito a limare del tutto i tuoi difetti, soprattutto a livello di immagine (che oggigiorno conta forse più di tutto), ma ti devi rendere conto di una cosa: prima venivi incensato, pur senza vincere una minchia, per dire meno di Mazzarri, non per il bel gioco, la supremazia territoriale, il possesso palla, il baricentro alto, il gegenpressing, gli schemi. Non perché fossi un Maestro. Non per il “sarrismo”, non perché leggi Bukowski (a proposito: ❤️) o prendi appunti sul taccuino durante le partite. No. Venivi incensato solo perché non eri il nostro allenatore, soprattutto per quanto riguarda i nostri bei tifosi secondo i quali l’erba del vicino è sempre più verde anche se non vince una benemerita fava. Quindi spero, con tutto il cuore, che da oggi starai sul cazzo a tutti tranne che a me per aver vinto uno scudettino giocato di merda, con il covid, coi rigori, con le individualità, senza un briciolo di organizzazione, prendendo una caterva di gol e rimonte. Ma vinto, non importa come. Perché vincere, chécche ne dicano, non è importante ma è l’unica cosa che, porca troia, conta.
Scusandomi non per le troppe parolacce ma per le troppe parentesi saluto.

Cordialità e molto umilmente, se posso, forza Juve 😂😂😂👏👏👏

Leave a Reply

Area Riservata