Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

J-TACTICS – Il pistolero (S03 E01)

Giovedì 17 settembre sul nostro canale sulla piattaforma di SPREAKER, alle ore 22.00, andrà in onda la nostra trasmissione.

Prima puntata della terza stagione che si preannuncia ricca di novità.

“Il Pistolero” (The shootist) è un film western del 1976 diretto da Don Siegel.

Ultimo film interpretato da John Wayne nel quale faceva coppia con James Stewart.

John Bernard Books è un famoso, vecchio pistolero malato.

Sentendo avvicinarsi la fine decide di tornare a Carson City, per farsi visitare dal medico suo vecchio amico e per vendicarsi, prima di morire, di tre acerrimi nemici.

John affitta una camera presso la casa della vedova Rogers, che vive sola con il figlio Gillom, grande ammiratore delle gesta passate di Books.

J.B. Books decide di affrontare i nemici in duello in un saloon.

Nella sparatoria che ne segue egli uccide i tre, ma quando sta per andarsene, il barista lo colpisce a tradimento con due fucilate nella schiena.

Il giovane Gillom assiste alla scena e vendica Books, uccidendo il barista con la stessa pistola di Books, il ragazzo subito dopo butta la pistola, rifiutandosi così di continuare sulla strada della violenza.

J.B. Books approva il gesto e poi muore sotto gli occhi di Gillom.
Facendo la nostra solita trasposizione dalla cinematografia al mondo del calcio, ed in modo specifico alle vicende juventine, potremo utilizzare il titolo e le vicende narrate nella pellicola per analizzare in attesa della prima giornata di campionato che vedrà opposta la Juve alla Sampdoria, il processo di rinnovamento avviato dai bianconeri dopo la conclusione dell’ultima stagione agonistica.

Un processo complesso iniziato con l’esonero di Maurizio Sarri, vittima di una crisi di rigetto dell’ambiente e dei giocatori juventini, proseguito poi con la promozione lampo di Pirlo da tecnico dell’under23 alla prima squadra con la benedizione dei senatori del gruppo e soprattutto del presidente Agnelli.

“Riportare entusiasmo” secondo il mantra ripetuto dallo stesso Agnelli poco dopo la bruciante sconfitta in Champions League con il Lione.

Una ventata d’aria fresca che necessita ovviamente anche e soprattutto di interpreti nuovi, possibilmente giovani, atleticamente sani ed agonisticamente affamati.

Al momento, con una sessione di mercato ancora in corso e che si concluderà il 05 ottobre, l’aria fresca si è palesata con gli acquisti di Weston McKennie, giovane e talentuoso centrocampista statunitense.

Giocatore di lotta e di governo proveniente dalla Bundesliga.

Dejan Kulusevski, ventenne svedese protagonista di un eccelso campionato nelle file del Parma, acquistato a gennaio per 40 milioni circa.

Il brasiliano Arthur Melo, centrocampista dal tocco vellutato arrivato, anche se non materialmente, a Torino nelle ultime fasi del campionato post lockdown, attraverso lo scambio con Pjanic volato in Catalogna al Barcellona.

Ed infine, il ritorno alla base dopo il prestito al Cagliari del terzino Luca Pellegrini anch’esso poco più che ventenne.

L’aria sarà fin qui stata fresca e nuova, ma sicuramente alla luce degli acquisti finora realizzati, non sufficiente per rinfrancare l’asfittica Juve vista in campo fino a qualche settimana fa.

Finalmente hanno lasciato la Continassa due dei famosi esuberi dello scorso anno, Higuain e Matuidi entrambi volati oltreoceano in quel di Miami.

In attesa della partenza (si spera) anche di Khedira, mister Pirlo (concetto ribadito anche dopo l’amichevole contro il Novara) e i tifosi juventini attendono il bomber che vada a sostituire, in tutti i sensi, Higuain.

Un attaccante di razza, ma anche d’esperienza che “riempia l’area di rigore” troppo spesso rimasta desolatamente vuota lo scorso campionato.

Dopo una girandola di nomi, che tutt’oggi non pare essere terminata, l’identikit giusto sembra essere quello dell’uruguaiano Luis Suarez in uscita da Barcellona anch’essa in cerca d’aria nuova come la Juve.

“Il Pistolero”, così è soprannominato il bomber nato a Salto nel gennaio ’87.

Così come il John Wayne della pellicola che da il titolo all’odierna puntata di J-TACTICS anche Luis è forse al crepuscolo della sua carriera, acciaccato e non più mobile come un tempo e soprattutto dichiarato reietto da mister Koeman e dalla dirigenza blaugrana.

Il pistolero John Books sentendo avvicinarsi la fine decide di imbarcarsi in un’ultima avventura o sfida, che consegni il suo già famoso nome ai posteri.

Anche per Suarez l’approdo alla Juve può essere visto come l’ultima avventura in cui imbarcarsi per rendere ancor più grande, calcisticamente parlando, il suo già famoso nome come bomber di razza.

Ci chiediamo:

Suarez è il profilo giusto per l’attacco dei bianconeri?

Ancora, il Suarez protagonista delle 2 ultime stagioni in blaugrana è paragonabile al pistolero crepuscolare sul viale del tramonto interpretato da Wayne, ossia un giocatore che ha dato il meglio al quale è rimasta solo la gloria dei tempi che furono?

Nel balletto delle punte finora accostate alla Juve, tanti sono i nomi via via proposti oltre all’uruguaiano, citiamo Dzeko dalla Roma e Milik dal Napoli, questi ultimi potrebbero essere economicamente e tatticamente opzioni migliori?

Una cosa è certa, dopo le problematiche emerse nello scorso campionato a livello realizzativo dove praticamente il 90% delle realizzazioni complessive dei campioni d’Italia sono state siglate dal solo Ronaldo con oltre 30 gol, appare necessario e di vitale importanza per le sorti della stagione, completare il reparto offensivo, finalmente con un “uomo d’area di rigore” nel vero senso della parola.

Se poi sarà effettivamente l’uomo “armato” di pistola o un altro il prescelto, lo scopriremo a breve (si spera).

Sarà nostro gradito ospite lo stimato giornalista Niccolò Ceccarini, direttore di TMW Radio.

Ed ovviamente come sempre vi terranno compagnia gli insuperabili ragazzi della redazione di J-TACTICS e di Megliodiniente.com

Sarà un’altra puntata scoppiettante e ricca di contenuti, come sempre!

Non perdetevi il meglio! Non mancate!

Ecco il link per poter accedere al nostro canale spreaker, e previa registrazione, (semplicemente con una mail valida ed una password da voi scelta) poter interagire con noi durante la diretta tramite la chat:

https://www.spreaker.com/show/4064277

Ricordiamo che l’app di Spreaker è scaricabile dai market Android ed Apple gratuitamente e permette, nella versione per smartphone di seguire la diretta anche in background, ossia a schermo spento o utilizzando in contemporanea altre applicazioni, è possibile seguire la diretta anche nella versione desktop per PC.

L’app consente infine anche di ascoltare in differita la trasmissione o di scaricarla comodamente per un ascolto in un secondo momento.

(Francesco Musina)

Leave a Reply

Area Riservata