Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

J-TACTICS – Si è spento il sole (S02 E30)

Giovedì 09 luglio sul nostro NUOVO canale sulla piattaforma di SPREAKER, alle ore 22.00, andrà in onda la nostra trasmissione.

“Si è spento il sole/La mezza luna” è un 45 giri di Adriano Celentano, pubblicato nell’estate del 1962.

La trentesima puntata di J-TACTICS è dedicata alla cocente ed inspiegabile sconfitta patita dai bianconeri di mister Sarri a San Siro contro il Milan.

Una partita che, dopo l’uno-due firmato da Rabiot e Cristiano Ronaldo, sembrava una pura formalità ed avrebbe portato i campioni d’Italia in carica a ben 10 punti di vantaggio sui più diretti inseguitori della Lazio, usciti anch’essi inaspettatamente sconfitti dal Via del Mare di Lecce.

La Juve nonostante il doppio vantaggio riesce nell’ “impresa” di farsi rimontare e superare da un volenteroso Milan.

Dopo il rigore del momentaneo 2-1 concesso a termini di un assurdo regolamento dall’arbitro Guida, i bianconeri entrano in una fase di blackout totale con cinque minuti di pura follia subendo 3 gol.

Ogni singola marcatura subita dagli uomini di Sarri risulta essere frutto di disattenzioni e lacune tattiche di dimensioni colossali.

Sugli scudi in negativo, il capitano Bonucci svagato e disattento in un’inedita coppia con Daniele Rugani.

Il quarto e definitivo gol dei rossoneri nasce poi da un inspiegabile ed agghiacciante passaggio in orizzontale del subentrato Alex Sandro che con un gesto tecnico da terza categoria praticamente fornisce l’assist alla squadra avversaria la quale chiude i giochi con Leao.

Proprio come la celeberrima canzone di Adriano Celentano che da il titolo all’odierna puntata di J-TACTICS, “Si è spento il sole”.

In appena cinque minuti la luce del sole juventino forte del doppio meritato vantaggio in quel di Milano, si spegne improvvisamente gettando letteralmente alle ortiche una partita dominata ed in fase di pieno controllo con un Milan che non sembrava minimamente in grado di poter impensierire i campioni d’Italia.

L’arbitro Guida come detto, concede un rigore, l’ennesimo, corretto in base al regolamento ma che porta ancora una volta ad una profonda riflessione in base alla quale per la prossima stagione sarà forse meglio apportare delle modifiche affinché i giocatori non siano costretti ad amputarsi gli arti superiori per evitare di subire la massima punizione ad ogni minimo tocco (molto spesso anche impercettibile) con una mano o braccio all’interno dell’area di rigore.

Tuttavia a prescindere dalla correttezza o meno della regola attualmente in vigore sui tocchi di mano in area, il penalty concesso dall’arbitro campano a favore del Milan e trasformato da un glaciale Ibrahimovic, ha appunto avuto letteralmente l’effetto di “spegnere il sole” per la squadra di Maurizio Sarri.

Giocatori e tecnico, ma forse, (nonostante i soliti detrattori dell’allenatore toscano) molto di più i giocatori in campo, buttano letteralmente via la possibilità di allungare ulteriormente in classifica vista la concomitante sconfitta della Lazio qualche ora prima in Salento.

L’eventuale vittoria a San Siro avrebbe garantito infatti un vantaggio di ben 10 punti in classifica sui biancocelesti ed avrebbe sicuramente consentito di affrontare con uno spirito migliore la prossima (a questo punto) delicatissima e difficilissima partita contro l’Atalanta di Gasperini, sabato allo Stadium.

Non tutto da rifare, ci mancherebbe, ma quasi.

La Juve dovrà necessariamente affrontare la squadra orobica con un un atteggiamento ben diverso da ciò che si è visto nel match contro il Milan e dovrà possibilmente tenere a debita distanza la Lazio che in caso di un nuovo passo falso dei bianconeri si porterebbe a soli 4 punti di distanza dai capo classifica della Juve.

Raramente, come noto per chi segue le vicende juventine, la vecchia signora sbaglia due partite di fila, ma è anche altrettanto vero che l Atalanta ad oggi è probabilmente la squadra più in forma in Italia e forse in Europa tra quelle ancora impegnate nelle coppe.

Ci chiediamo, quale spiegazione è possibile dare per il blackout di San Siro?

Chi è o chi sono i principali responsabili dello “spegnimento del sole” juventino contro il Milan, il tecnico i giocatori o magari entrambi?

Dopo le convincenti prove contro Bologna, Lecce, Genoa e Torino, la sconfitta contro i rossoneri mina le certezze acquisite e mette in dubbio i progressi fatti o bisogna considerare tale partita solo un incidente di percorso?

Alla luce di tale sconfitta cosa dobbiamo attenderci dal match contro l’Atalanta?

Tanti dubbi e tanti quesiti a cui cercheremo come sempre di dare risposta.

Una cosa è certa, il cammino per agguantare questo nono scudetto consecutivo è ancora estremamente lungo e tortuoso e la vecchia signora deve già dal match contro i bergamaschi riprendere la corsa, perché come noto, chi si ferma è perduto.

Sarà nostro gradito ospite lo stimato e competente giornalista e nostro amico, Franco Leonetti.

Ed ovviamente come sempre vi terranno compagnia gli insuperabili ragazzi della redazione di J-TACTICS e di Megliodiniente.com

Sarà un’altra puntata scoppiettante e ricca di contenuti, come sempre!

Non perdetevi il meglio! Non mancate!

Ecco il link per poter accedere al nostro canale spreaker, e previa registrazione, (semplicemente con una mail valida ed una password da voi scelta) poter interagire con noi durante la diretta tramite la chat:

https://www.spreaker.com/show/4064277

Ricordiamo che l’app di Spreaker è scaricabile dai market Android ed Apple gratuitamente e permette, nella versione per smartphone di seguire la diretta anche in background, ossia a schermo spento o utilizzando in contemporanea altre applicazioni, è possibile seguire la diretta anche nella versione desktop per PC.

L’app consente infine anche di ascoltare in differita la trasmissione o di scaricarla comodamente per un ascolto in un secondo momento.

(Francesco Musina)

Leave a Reply

Area Riservata