Meglio di Niente Radio il sito che ti dà un’ opportunità.

Meglio di niente radio cerca persone che hanno voglia di scrivere o realizzare video sui più disparati argomenti dalla politica, alla storia, all’attualità, cronaca, arte, letteratura, musica, sport e altro. Se qualcuno ha voglia di cimentarsi mi contatti. Non è una proposta di lavoro ma un’opportunità per farsi conoscere e/o fare esperienza. Provaci. Mail bettocroce@libero.it Il coordinatore del sito Benedetto Croce. Grazie

La nuova Inter di Conte

Articolo di Simone Cataldo

La nuova stagione sta per avere inizio ed in Serie A sono diverse le panchine che hanno cambiato volto. Il cambiamento più inaspettato e senza dubbio più discusso è stato quello di Antonio Conte, il quale è approdato sulla panchina dell’Inter, eterna rivale del tecnico leccese durante la sua carriera da calciatore ed allenatore della Juventus. A tal proposito, quest’oggi andremo ad analizzare i moduli con i quali potrebbe scendere in campo la squadra meneghina, prendendo in considerazione gli acquisti già ufficializzati, gli obbiettivi di mercato e le probabili operazioni in uscita.

Antonio Conte, ricordato dai tanti per i suoi successi da calciatore e da allenatore, al netto di ciò viene considerato un tecnico vincente dalla maggior parte degli opinionisti ed amanti del calcio. Ovviamente le rivali in Italia ed in Europa saranno tante, ma sappiamo bene quanto Conte sia decisivo fin dalla prima stagione, ne sono una testimonianza le esperienze a Bari in Serie B, a Torino alla guida della Juventus ed a Londra come tecnico del Chelsea. L’evoluzione tattica di Conte da Bari fino ad oggi non è di certo mancata, difatti il passaggio dal 4-2-4 al 3-5-2 ha reso sempre più compatte le proprie squadre, ma al contrario, la tenacia e la cattiveria agonistica non mancano. Dopo le prime due gare amichevoli che hanno visto i nerazzurri vincere contro il discreto Lugano per 2-1 ed uscire sconfitti dopo il big match di Champions Cup contro il Manchester United, potremmo affermare che la compagine meneghina scenderà in campo nel corso della stagione con un 3-5-2, modulo che garantirà una superiorità a centrocampo in fase di possesso palla ma allo stesso tempo una buona copertura da parte dell’asse difensivo durante la fase di non possesso.
Nonostante un inizio di calciomercato molto interessante che ha visto approdare a Milano sponda nerazzurra Godin, Sensi, Barella e Lazaro, gli intrighi in casa Inter sono tanti e la società dovrà cercare di snodarli quanto prima possibile, per regalare al tecnico una rosa solida e compatta. Tanti i giocatori con le valige in mano, ma i più illustri risultano essere Nainggolan e Icardi, giocatori scaricati da Marotta, ds dell’Inter che durante una conferenza stampa pre tournée ha dichiarato che il centrocampista belga e l’attaccante argentino sono fuori dal progetto nerazzurro. Ma non solo, da oggi anche Ivan Perisic non sarà un giocatore incedibile per Conte, che dopo Inter-Manchester United ha espresso il suo malcontento riguardo al rendimento dell’esterno croato. Operazioni in uscita che dovranno essere effettuate a breve per far sì che si possa dar vita ad un tesoretto con il quale si investirà su diversi profili utili al gioco del tecnico ex Chelsea. I nomi più chiacchierati in sede Inter sono quelli di Lukaku e Dzeko; il primo, punta belga del Manchester United viene valutato 82 milioni di euro dai reds evils e l’operazione dovrà esser chiusa entro il 30 agosto, a causa chiusura della finestra di mercato inglese datata 8 agosto e di conseguenza il club inglese dovrà trovare un sostituto. Al contrario la punta bosniaca della Roma sembra aver raggiunto un accordo con i nerazzurri e che verrà liberato dai giallorossi dopo l’acquisto di un’altra punta da parte di quest’ultimi. Per i restanti ruoli, se dovesse partire Perisic sarà difficile pronosticare un sostituto, nonostante l’accostamento ai nerazzuri di Bale; inoltre, per il centrocampo i nomi più chiacchierati sono quelli di Milinkovic-Savic e Rakitic, che al momento rimangono delle suggestioni visti già i due acquisti effettuati a centrocampo ed il prezzo del cartellino di essi.
A questo punto, cercherò di stilarvi un 11 titolare prendendo in considerazione la rosa attuale senza includere gli obbiettivi di mercato. Il modulo preso in considerazione è il 3-5-2 ed al momento non ci sono dubbi su chi sarà l’estremo difensore tra i pali, ovvero, Samir Handanovic. La linea difensiva tre, sarà composta da Godin, Skriniar e De Vrij i quali nel corso della stagione potrebbero rifiatare ed essere sostituiti dai vari Bastoni, Miranda e D’Ambrosio. Il centrocampo a cinque presenterà sulla sinistra Perisic e sulla destra Lazzaro, in mediana Stefano Sensi che vedrà dinanzi a lui Brozovic e Barella. Infine, la coppia d’attacco attuale sarà Politano Martinez, in attesa dei nuovi innesti.

Leave a Reply

Area Riservata