Meglio di Niente Radio il sito che ti dà un’ opportunità.

Meglio di niente radio cerca persone che hanno voglia di scrivere o realizzare video sui più disparati argomenti dalla politica, alla storia, all’attualità, cronaca, arte, letteratura, musica, sport e altro. Se qualcuno ha voglia di cimentarsi mi contatti. Non è una proposta di lavoro ma un’opportunità per farsi conoscere e/o fare esperienza. Provaci. Mail bettocroce@libero.it Il coordinatore del sito Benedetto Croce. Grazie

La nuova Roma di Fonseca

Articolo di Simone Cataldo

La nuova stagione sta per avere inizio ed in Serie A sono diverse le panchine che hanno cambiato volto. La seconda esperienza in capitale per Ranieri ha avuto fine ed il tecnico romano ha lasciato spazio al portoghese Paulo Fonseca, che dopo l’esperienza ucraina ha deciso di approdare in giallorosso. A tal proposito, quest’oggi andremo ad analizzare i moduli con i quali potrebbero scendere in campo i capitolini, prendendo in considerazione gli acquisti già ufficializzati, gli obbiettivi di mercato e le probabili operazioni in uscita.

Dopo un’esperienza triennale in terra ucraina sulla panchina dello Shakhtar Donetsk, il tecnico Paulo Fonseca è atterrato in territorio tricolore per guidare la “lupa”, legandosi ai colori giallorossi per altre due stagioni. Il tecnico nel corso della sua, ancor breve, carriera haquasi sempre optato per un 4-2-3-1, modulo prettamente offensivo, attraverso il quale ha fatto esprimere il meglio ai due esterni d’attacco che assieme al trequartista davano forma ad un tridente capace di creare, assieme alla prima punta, superiorità numerica in area di rigore avversaria. Il ciò è testimoniato dalle 104 vittorie in 139 partite sulla panchina dello Shakhtar, attraverso le quali ha regalato agli ucraini una media punti a partita pari a 2,37.

Mercato in entrata discreto fino ad ora per i giallorossi, che dopo aver ceduto due pedine importanti quali El Shaarawy e Manolas oltre a Marcano e Pellegrini, dovranno necessariamente acquistare un centrale di difesa che possa sostituire al meglio la partenza del centrale greco. Seppur gli acquisti di Pau Lopez, Mancini, Spiazzola e Guedes abbiano rappresentato un upgrade per il reparto difensivo dei capitolini, il mercato potrebbe presentare ancora diversi cambiamenti per la Roma sul fronte difensivo ed offensivo. Difatti, in attacco il nodo Edin Dzeko è ancora da sciogliere; la partenza del bosniaco, se non sostituita al meglio, potrebbe risultare molto incisiva nel corso della stagione, dettata anche dalle possibili cessioni di Patrik Schick e Gregoire Defrel. Al contrario il centro del campo non avrà bisogno di nuovi innesti, dopo l’arrivi di Amadou Diawara e Jordan Veretout. Senza dubbio prima di acquistare, i giallorossi dovranno dar vita ad un tesoretto derivato da diverse cessioni, prime su tutte quelle di Nzonzi e Olsen, giocatori che non rientrano nel progetto tecnico di Fonseca.

Come detto pocanzi la “lupa” dovrà investire il proprio denaro per acquistare un difensore ed una prima punta, prima dell’inizio del campionato. I profili fino ad ora sondati dalla Roma per la difesa prendono il nome di Marc Bartra, Toby Alderweireld e Daniele Rugani. Il favorito a ricoprire il colmo lasciato dalla cessione di Manolas è lo spagnolo Bartra, difensore ex Barcellona e Borussia Dortmund in forza al Real Betis. Al contrario, i restanti due, nonostante l’interessamento dei capitolini vorrebbero continuare a vestire la maglia delle rispettive squadre attuali, club blasonati e che potrebbero regalargli diverse soddisfazioni nell’arco della prossima stagione. Non solo il reparto difensivo ma anche l’attacco dove il possibile sostituto di Dzeko potrebbe essere Gonzalo Higuain. L’attaccante argentino dopo una stagione al di sotto delle aspettative vorrebbe riscattarsi, ma nonostante ciò, vorrebbe prendere ancora tempo.

A questo punto, cercherò di stilarvi un 11 titolare prendendo in considerazione la rosa attuale escludendo gli obbiettivi di mercato. Come già detto nella prima parte di questo articolo, molto probabilmente la Roma scendere in campo con un 4-2-3-1 che vedrà tra i pali il nuovo innesto Pau Lopez. Dinanzi a lui la difesa vedrà sugli esterni Florenzi e Spinazzola affiancati dai centrali Fazio e Mancini. In zona mediana gli uomini spesso potrebbero variare, dal momento in cui il ruolo potrà essere ricoperto da Cristnte, Pellegrini, Diwara e Veretout. Il tridente alle spalle della prima punta vedrà Under sulla destra, Kluivert sulla sinistra e Zaniolo fungere da trequartista. La prima punta momentaneamente è Dzeko, ma il ruolo potrà essere ricoperto da un altro giocatore, in attesa della fine del mercato.

Leave a Reply

Area Riservata