Meglio di Niente Radio il sito che ti da un opportunità.

Meglio di niente radio cerca persone che hanno voglia di scrivere o realizzare video sui più disparati argomenti dalla politica, alla storia, all’attualità, cronaca, arte, letteratura, musica, sport e altro. Se qualcuno ha voglia di cimentarsi mi contatti. Non è una proposta di lavoro ma un opportunità per farsi conoscere e/o fare esperienza. Provaci. Mail bettocroce@libero.it Il coordinatore del sito Benedetto Croce. Grazie

L’EQUILIBRIO DEGLI EPISODI

Allegri alla frutta? Può darsi. I tifosi? Da sempre.
Oltre che ad avere la memoria corta, i tifosi juventini stanno dimostrando di avere una limitata capacità di analisi e non solo perchè offuscati dall’odio riservato per il mister, anzi per il Mister.
Dopo l’andata persa con l’Atletico Madrid il mio commento non è stato lapidario nei confronti dell’ormai vituperato gioco di Allegri, ma bensì la mia critica per aver ridotto l’esito della partita agli episodi.
Apriti o cielo!
“L’Atletico ha meritato, per atteggiamento propositivo e positivo – poteva segnare tramite occasioni chiare malamente fallite – goal annullato dal VAR capzioso – i goal episodici solo per la dinamica ma perchè giustamente premiati”.
Potrei smontare alcuni di questi concetti ma, oltre che tardi, è inutile perchè la vulgata vuole che una sconfitta per due a zero non è commentabile. Però lo juventino è sempre pronto a commentare le vittorie evidenziandone le difficoltà e l’aggrapparsi agli episodi, troppo umili sti tifosi.
Lazio e poi Napoli hanno sublimato questa stramba teoria, anzi sono state le partite che hanno condannato Allegri a capro espiatorio anzi capra e non nel senso gRotaoat.
Riassumendo, i giudizi sulla Juve di Allegri: quando perde ha meritato, quando vince solo per episodi.
Cerchiamo di mettere un pò di ordine, soprattutto al concetto di episodio.
L’episodio propriamente detto “fatto a carattere occasionale cioè non sistematico” si può tradurre nel calcio come deviazione, rimpallo, decisione arbitrale controversa e per assurdo, infortunio tecnico (papera) e gesto tecnico (super goal).
Per intenderci il padre di tutti gli episodi è il goal di chiappa di Inzaghi che passava di lì … d’accordo? Non dico Casemiro perchè non si può dire perdendo quattro a uno!
I goal dell’Atletico sono a carattere episodico, assist tramite rimpallo.
I goal contro Lazio e Napoli no, frutto di manovra gesti tecnici e gestione delle fasi oltre che carattere e spirito vincente.
Convengo che l’episodio lo devi orientare a tuo favore con la ricerca del goal che ti permette di sfruttare punizioni al limite, calci d’angolo, situazioni in area di rigore e perchè no errori dell’avversario.
Proprio perchè in ogni goal c’è una componente episodica (errori o casualità) bisogna avere la correttezza di considerare in modo equilibrato la causa e l’effetto di ogni singolo goal, subito e segnato, senza però farsi condizionare troppo dal risultato della partita e trattre cocnclusioni affrettate circa la tattica e filosofie varie.
La Juve poteva non perdere a Madrid? Certamente, come scritto all’inizio non doveva ridurre l’esito della partita a episodi da area di rigore in cui l’Atletico è maestro, bastava un pò di concentrazione e qualche metro più su. Ha meritato di perdere? Sì, ma non certo per la filosofia di gioco.
La Juve contro Lazio e Napoli ha meritato di vincere? Certamente, ha segnato bei goal sfruttando i momenti e la qualità dei giocatori e ha saputo soffrire per portare a casa il risultato.
Ma come detto la Juve di Allegri non gode di commenti equilibrati da parte della gran parte della tifoseria, salvo poi firmare col sangue il passaggio del turno tramite gli episodi più assurdi.
Equilibrio gente, equilibrio.

(Alessandro Rota)

Leave a Reply

Area Riservata