L’orgoglio di Ada Negri

Soffri in silenzio. Non chiamar nessuno

a numerar le lacrime degli occhi

tuoi. Sia pur grave il colpo che ti tocchi,

chieder coraggio ad altri è inopportuno.

Conta nel tuo segreto ad uno ad uno,

se vuoi, curva e prostrata sui ginocchi,

i singhiozzi del cor—ma non trabocchi

la piena mai, per la pietà d’alcuno.

È un’orribile cosa esser compianti.

Conquista in te, con la tua forza sola

di volontà, l’oblio del tuo cordoglio.

T’insegnerò, per disseccare i pianti

fiacchi e cangiarli in riso entro la gola,

un peccato magnifico: l’Orgoglio.

Leave a Reply

Area Riservata