Milan-Sassuolo, l’analisi

Termina con una vittoria di misura per i rossoneri la partita fra Milan e Sassuolo al San Siro di Milano. Ottima prova di tutte e due le squadre, Sassuolo pericoloso ma sfortunato, Milan concreto.
La partita comincia con il possesso palla della squadra di casa, quando al 10′ minuto Piatek prova un tiro da fuori area, ma è debole e Consigli la blocca facilmente. Al minuto 13, tutto lo stadio si ferma per commemorare il ricordo di Davide Astori, come accade in tutti gli stadi di Serie A, durante questa giornata. Riprende la partita e dopo 7 minuti il Sassuolo si fa pericoloso con Lirola che mette un cross a mezza altezza per Djuricic. Donnarumma è attento e con un miracolo tiene inviolata la porta rossonera. Passa avanti il Milan al 35′ con un pallone messo in mezzo da calcio d’angolo. Locatelli devia, ma la palla viene presa di testa da Musacchio che, aiutato da Lirola, la mette in rete. È successivamente assegnato autogoal di Lirola e non goal di Musacchio. Reagisce subito il Sassuolo dopo 5 minuti, con Boga che dal vertice dell’area, sulla fascia sinistra tenta un tiro a giro pericolosissimo che finisce sul palo. Al 42′ segnano i neroverdi ma il goal è annullato. Boga, lanciato in profondità, beffa Donnarumma nel tu per tu in netto fuorigioco. Nel secondo tempo, al 64′, dopo un tiro di Berardi il Milan riparte in contropiede. La palla alta supera Consigli ed è indirizzata a Piatek, ma il portiere con la mano ostacola l’attaccante e rimedia un cartellino rosso, confermato anche dopo il VAR. Al 76′ con un altro contropiede del Milan, Kessiè riceve palla da Piatek e tira dal limite dell’area ma Pegolo salva la porta neroverde.
Finisce 1-0 la partita, Milan che soffre moltissimo ma riesce a conquistare i 3 punti e a sorpassare l’Inter al terzo posto. Il Sassuolo rimane undicesimo, ma perde un punto di vantaggio sul Parma, che ha pareggiato ad Empoli.

(Giovanni Giglio)

Leave a Reply