Partenza con il botto, oltre i migliori auspici

Il Bari partecipa al campionato di Serie D per la prima volta nella sua storia. La squadra biancorossa è stato inserita nel girone I di serie D, con squadre provenienti da Sicilia, Calabria e Campania, fra cui spuntano le due squadre della città di Messina, la Nocerina e il Gela. Inizialmente ci si aspettava che Bari e Avellino, le grandi decadute del campionato di Serie B per fallimento societario, venissero inserite nel girone H dove è molto alta la presenza di squadre pugliesi e campane, ma come riportato da una nota della Lega Nazionale Dilettanti si è preferito agire così «sulla scorta delle informative ricevute dagli Organismi Nazionali preposte all’ordine pubblico».

Dopo tre giornate di campionato il nuovo Bari, allenato da Giovanni Cornacchini, è in cima alla classifica del girone in solitaria, a punteggio pieno e con 10 reti all’attivo e un solo gol subito. Da parte di tutti, tifosi e opinionisti, ci si aspetta sicuramente una cavalcata facile verso il primo posto nel girone che garantirebbe l’accesso diretto in Serie C e i primi risultati sembrano confermare tali previsioni iniziali. L’avvio di stagione è andato al di là delle più rosee aspettative per una squadra creata molto velocemente dopo le pirotecniche vicende societarie, ma che ha al suo interno elementi di spessore, che ben figurerebbero in categorie superiori. Da ricordare la conferma in biancorosso di Ciccio Brienza, il ritorno del difensore roccioso ma con il vizio del gol Valerio Di Cesare (in rete alla terza giornata con la Sancataldese) e l’arrivo del mediano Francesco Bolzoni (65 presenze in Serie A). Oltre all’esperienza però tante novità e scommesse, con l’arrivo di giocatori pronti a cogliere l’occasione per fare il grande salto per le loro carriere. Fra tutti il napoletano Simone Simeri, attaccante centrale dinamico, che non è riuscito a cogliere l’occasione nella prima parte dell’anno scorso in Serie B con la maglia del Novara, ma volenteroso di fare il salto di qualità quest’anno. Per lui già due reti in maglia biancorossa, siglate con un tiro potente da fuori area in casa dell’A.c.r. Messina, finita 0-3 per la squadra di Cornacchini e con un rigore che sblocca la terza gara di campionato in casa contro la Cittanovese, finita anche in questo caso un netto 3-0 per i biancorossi. L’esultanza in cui mostra la cresta sembra già averlo contraddistinto e a suon di gol sta già entrando nelle grazie dei tifosi biancorossi, tenaci come sempre nel supportare una squadra quasi completamente nuova.

Da segnalare lo stop in casa della formazione barese nel derby contro il Bitonto (squadra dell’omonimo comune che fa parte dell’area metropolitana di Bari) nella gara valevole per il turno preliminare della Coppa Italia di Serie D. L’incontro è terminato 0-1 con il gol di testa di Picci, ragazzo cresciuto nelle giovani baresi e che sceglie di non esultare contro la squadra che l’ha cresciuto calcisticamente.

Una sconfitta che non sembra però troppo preoccupare il tecnico Cornacchini, che ha scelto di fare un ampio turnover, e che sembra più concentrato sul campionato e far raggiungere alla sua squadra una condizione atletica eccellente, con molti giocatori in ritardo di preparazione.

Per ora è tutto, ci risentiamo settimana prossima con la rubrica “La prima cosa bella”, sulle vicende calcistiche dell’Ssc Bari.

Partite di campionato, Serie D, Girone I:

1^ giornata Messina-Bari 0-3 (20’ Floriano, 45’ Simeri, 79’ Pozzebon)

2^ giornata Bari-Sancataldese 4-1 (44’ Neglia, 41’ Neglia, 53’ Floriano, 87° Pivanello – 62’ Ficcarrotta)

Turno preliminare Coppa Italia, Serie D: Bari-Bitonto 0-1 (53’ Picci)

3^ giornata Bari-Cittanovese 3-0 (33’ Simeri, 53’ Di Cesare, 55’ Neglia)

Prossimo impegno: Igea Virtus-Bari, domenica 7 ottobre, ore 15.00, Stadio Comunale “D’Alcontres-Barone”, Barcellona Pozzo di Gotto (ME).

(Paolo Zaza)

Leave a Reply

Area Riservata