Tutto sulla Salernitana (staff): “Siamo fiduciosi!”

Da qualche settimana è iniziata ufficialmente la stagione 2018-19 della Salernitana. La squadra granata entra dunque nell’anno del centenario. Correva l’anno 1919 e il calcio stava prendendo piede un pò in tutta Europa. Anche a Salerno, dove un ragazzo di nome  Matteo Schiavone decise di fondare l’Us Salernitana. Da quel momento in poi è nato un rapporto indissolubile tra la città e la squadra granata. Gioie e delusioni hanno fortificato con il tempo quello che è un legame unico nel suo genere. Basta vedere l’accoglienza riservata ai giocatori durante Salernitana-Palermo, prima gara di campionato. A differenza degli scorsi anni c’è molta fiducia a sud della penisola sorrentina. Sono infatti molti i giocatori di qualità arrivati in città. La squadra, nelle mani di un tecnico esperto e preperato come Stefano Colantuono, sembra finalmente poter fare quel salto di qualità auspiacato dai tifosi. Inutile nascondersi, per una piazza del genere il sogno è tornare quanto prima in Serie A, vent’anni dopo l’ultima apparizione. Obiettivo implicito quest’anno è entrare nei play-off, per poi giocarsela con chiunque. Per tastare l’umore dei tifosi e raccogliere le prime impressioni stagionali, Radio Meglio di Niente ha intervistato lo staff di una delle pagine Facebook più seguite: Tuttosullasalernitana.

Buonasera, come e quando nasce il vostro gruppo?

La pagina Facebook TuttosullaSalernitana nacque dopo la promozione in Serie B. I primi giorni difatti si chiamava Salernitana Serie B, successivamente TuttosuiGranata e poi TuttosullaSalernitana, nome attuale che credo non cambieremo più. Lavoro giorno e, in questa estate anche, notte per video, foto e news: come si dice a Salerno ci facciamo “un mazzo tanto”. Lo dico in queste intervista in esclusiva: sto realizzando le gif per aggiungerle nelle Instagram Stories della Salernitana (nessuno le hai mai fatte perché ci vuole l’autorizzazione ma pare che l’abbiamo accettata, spero).

Che cosa rappresenta per voi la Salernitana?

Per me la Salernitana rappresenta la mia vita, è un vero e proprio amore, sono sicuro che non l’abbandonerò mai. Ringrazio tutt’oggi mio padre per avermi tramandato questa passione. Di padre in figlio si dice, è davvero troppo forte il sentimento che porto dentro.

Come descrivereste  il rapporto tra la città e la squadra?
Adesso il rapporto tra Salerno e la Salernitana è più entusiasmante , prima non era così. Basti vedere che nel girone di ritorno lo stadio era quasi vuoto, e vedere l’Arechi semi-vuoto fa piangere il cuore.

E a proposito della proprietà? Che ne pensate?

Mah, sulla proprietà penso che quest’anno ci divertiremo. Ho sempre odiato le dichiarazioni di Lotito quando diceva : “voglio più spettatori”…e il gesto verso la Curva durante se non erro Salernitana-Cittadella…tuttavia credo abbia fatto una buona squadra per ambire ai play-off. Io ci credo, è l’anno del centenario.

Riguardo il d.g. Fabiani? Vi soddisfa il suo operato?

Fabiani ha fatto il suo lavoro quest’anno e direi che nel calciomercato estivo ha portato a Salerno grandi elementi fondamentali per la promozione in Serie A. È ancora presto per giudicare il calciomercato. Bisogna giudicarlo dopo 5-6 partite. Rispetto allo scorso anno la squadra è migliorata senz’altro.

C’è qualcosa che a vostro avviso non è stato fatto bene in questi anni?

Si, il mercato durante la stagione in B 2015-2016, lì fu pessimo. Infatti andammo ai play-out, soffrimmo fino all’ultimo secondo.

Si entra nell’anno del centenario, quali iniziative verranno intraprese durante questo speciale periodo?

Ma guarda, domenica 9 settembre c’è stata la mostra delle oltre 100 maglie della Salernitana del mio amico Salvatore, proprietario della pagina Facebook “I love Salerno e la Salernitana”. Un evento interessante, menù con pizza e birra a 5€, la possibilità di dialogare con le vecchie glorie presenti e infine anche una piccola estrazione a premio. Quello che ci porterà alla grande festa del 19 giugno sarà un percorso bellissimo e colmo d’iniziative. Come detto precedentemente sono fiducioso.

 

(Sabino Zaza)

Leave a Reply

Area Riservata