Meglio di Niente Network il sito che ti dà un’ opportunità.

Una Juve senza voglia

Si è chiusa ieri la partita di andata tra Juventus e Milan a San Siro, finita in pareggio. Un risultato che, vista la prestazione, si può dire che sia oro per la Juve (e quanto fa male dirlo). Ma il fatto preoccupante non è la partita di ieri in sè, quanto la continuità di tali prestazioni da 4/5 partite. Manca il cosiddetto Sarrismo, vuoi per mancanza di condizione fisica, vuoi per rodaggio. L’aspetto più grave però, è la mancanza di grinta da parte dei giocatori. E ieri è stato confermato: una partita giocata male per 90 minuti, togliendo i 120 secondi subito dopo il pareggio di Ronaldo. È proprio quel lasso di tempo a far capire che in questa squadra non manca qualità o gioco, manca la voglia. E vedere questo in una squadra da sempre vincente, come la Juve, non deve esistere né in cielo né in terra.
La colpa, si può dire, è suddivisa fra tutti in egual maniera. Dai giocatori, i primi ad essere responsabili, allo staff tecnico di Sarri e Sarri stesso, che dovrebbero cercare di infondere motivazione ai loro ragazzi.
Per quanto negativo sia il complessivo, però, non sono da trascurare note positive. Dybala in primis, che da più di una partita si mette in risalto mostrando giocate da grande campione. Ronaldo, che quando c’è da decidere qualcosa non manca mai. Gigi, che anche a 42 anni suonati, non smette di incantare i suoi amati tifosi. Una novità, ieri, è stata Ramsey, spesso oggetto di critica in questa stagione, è in costante crescita dopo l’infortunio.
I singoli però, non bastano a vincere trofei, soprattutto quando si è alla corte del mister toscano. Serve una scossa, un qualcosa che sappia riaccendere la motivazione dentro i giocatori bianconeri. Magari, una coppa che manca da tanto tempo, riusciamo ad alzarla.

(Giovanni Giglio)

Leave a Reply

Area Riservata